Eventi,Film,Senza categoria

Lo Chiamavano Jeeg Robot – Le impressioni di Nick

3 Mar , 2016   Video

“…Jeeg va cuore d’acciaio

Jeeg va cuore d’acciaio
cuore di un ragazzo che

senza paura sempre lotterà…”

Lo Chiamavano Jeeg Robot, film uscito il 25 Febbraio nelle sale Italiane  e che io, ovvero Nick, sono andato a vedere.

Quindi, in questo articolo vi vorrei “parlare” di questo film… Iniziamo.

Il film, diretta da Gabriele Mainetti e sceneggiato da Nicola Guaglianone e dall’autore Menotti, ha come protagonista Enzo Ceccotti , un ladruncolo di Tor Bella Monaca dal carattere chiuso e menefreghista che non è mai entrato nel mondo della criminalità che “conta”.

Dopo un incidente sulla riva del Tevere Enzo viene a contatto con delle scorie nucleari che gli conferiscono una forza e una resistenza sovrumana e vede questo dono come un’opportunità per svoltare nella vita… iniziando con lo sradicare un bancomat a mani nude.

Ma durante la sua scalata al “successo” si metterà di mezzo Alessia, una ragazza con problemi psichiatrici ossessionata da “Jeeg Robot”…

Che scambierà Enzo per Hiroshi Shiba e cercherà di convincerlo a comportarsi da “vero Supereroe”.

E che film sui supereroi sarebbe senza un villan?

Fabio Cannizza detto “Lo Zingaro” è il nostro “cattivo”.

Capo di una “batteria” di criminali ossessionato dal diventare qualcuno di importante  matto scocciato “stravagante”.

Per colpa della sua “ambizione” Lo Zingaro si caccerà in un gran casino con la Camorra… e di mezzo ci sarà anche il nostro Enzo con Alessia.

Nel suo complesso ho trovato questo film (come recitazione, ambientazione, tematiche e storia)  avvincente e accattivante e merita, merita  di essere visto. (Cazzo, per il cinema nostrano ce n’era proprio bisogno di un film così)

Ma se siete ancora titubanti sull’andare o no a vedere questo film io vi consiglio di visionare i corti Basette e Tiger Boy (diretti e sceneggiata da Mainetti e Guaglione)… tanto per farvi un’idea.

E invece per chi ha visto il film ho una domanda “come vi è sembrato?”

Con questo ho detto quello che volevo dire.

Nick

 

, ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *