strange_like_me_frida_kalho

Manga e Fumetti

Strange like me: quando “Zen Pencils” e Gavin Aung Than incontrano Frida Kahlo

21 Giu , 2015  

Il fumetto dell’australiano Gavin Aung Than, “Strange like me“, ispirato dalla vita di Frida Kahlo, ci insegna ad amare le caratteristiche che ci rendono tutti diversi.

Strange like me” racconta di una bambina presa in giro per via delle grandi sopracciglia nere. La madre, di fronte alla richiesta della piccola di un’epilazione laser, capisce che è arrivato il momento di farle acquisire consapevolezza di se stessa. Per fare ciò, porta la figlia ad una mostra dedicata all’artista Frida Kahlo: la piccola finalmente osservando quelle opere, ed in particolare l’autoritratto della Kahlo, inizia ad apprezzare la propria diversità.

“Ritratto con Scimmia” è uno dei tantissimi autoritratti dove Frida Kalho rappresenta se stessa in modo molto realistico, ma in un contesto surreale, variopinto, fantastico.

Ero solita pensare di essere la persona più strana del mondo, ma poi ho pensato, ci sono così tante persone nel mondo, ci dev’essere qualcuna proprio come me, che si sente bizzarra e difettosa nello stesso modo in cui mi sento io. Vorrei immaginarla, e immaginare che lei debba essere là fuori e che anche lei stia pensando a me. Beh, spero che, se tu sei lì fuori e dovessi leggere ciò, tu sappia che sì, è vero, sono qui e sono strana proprio come te. (tratto dai diari di Frida Kalho)

Bizzarra, estrosa, originale, ma sopratutto forte. Gavin Aung Than, disegnatore freelance, trova spunto da questa grande artista anticonformista per esortarci ad amare noi stessi, così come siamo, disegnando una semplice storia dolce di una bambina alle prese con le sue insicurezze. Coglie anche l’occasione, il che non ci dispiace, per fare una carrellata delle opere più famose della Kalho.

Tutte le tavole di “Strange like me” potete trovarle sul sito Zen Pencils, fondato nel 2012.

, , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *